Questione di stile: dopo Jaquelin, Melania

gennaio 17, 2018 0 Comments Stili di vita 450 Views
Questione di stile: dopo Jaquelin, Melania
8Shares

Alla White House l’eleganza ed il carattere della 45esima First Lady -di Rosanna Palumbo-

 

Melania, i suoi out-fit talmente chic ed eleganti da essere all’altezza di quelli di un’altra famosa inquilina della Casa Bianca, Jaquelin Kennedy. Il suo look riscrive definitivamente le regole del look da First Lady e dietro le sue mise c’è molto più di gran classe e buon gusto.

Melania Trump è arrivata alla White House il 20 gennaio di un anno fa, diventando la 45esima First Lady degli Stati Uniti. Già la sua prima comparsa al fianco di “The Donald” fece scalpore. All’Inauguration Day indossava un abito azzurro polvere con una giacca sartoriale di Ralph Lauren, dello stesso colore delle pumps e dei lunghi guanti, e fu impossibile non rimanerne affascinati. Grande l’attenzione ai dettagli, gli accessori, infatti,  sono un altro punto forte dello stile di Melania.

In quest’anno da First Lady non ha sbagliato un look, la sua maestria in fatto di moda le ha permesso di stregare ogni nazione in cui si è recata. Melania parla attraverso i suoi look. Ogni volta coglie l’occasione per sfoggiare capi in omaggio alla cultura e all’estetica del Paese che l’ospita, come per esempio, ha fatto in Giappone, dove per il suo arrivo ha indossato un cappotto molto simile ad un Kimono e, per visitare una scuola di Tokio, un abito di un blu stupendo che si può trovare solo sulle più pregiate porcellane giapponesi. In Francia, invece, ha sorpreso tutti con un total-look rosso fiammante: rosse le scarpe, rosso il tailleur dalle linee anni ’50 che ha messo in risalto il suo splendido fisico. Melania ha scelto in questa occasione un colore della bandiera francese, un colore simbolo di forza e di energia che, in contrasto con il suo algido aplomb, le dona particolarmente, anche se, probabilmente, il colore che ama di più è il bianco.

Come non rimanere incantati dalla versione all-white natalizia della First Lady? La signora Trump ha scelto una mise da favola perfettamente coordinata con l’ambiente da lei personalmente allestito. La Casa Bianca non è mai stata così bella, scenografica, ma al tempo stessa raffinata, in una parola, chic! Al centro della scena, un corridoio di alberi stilizzati candidi come la neve e migliaia di lucine, tanti alberi di Natale tutti diversi posti in ogni stanza.

La “Donna di Ghiaccio”, come spesso viene definita, in questa occasione ha accolto con un gran sorriso un gruppo di bambini, lasciandoli letteralmente senza fiato, tanto che hanno esclamato : “Sembra un angelo!”. Melania indossava un abito firmato Christian Dior, bianco , dalla lunghezza a tre quarti con una forma ad A, con una gonna ampia e morbida che seguiva i suoi movimenti rendendola sinuosa ed elegante. E lei riesce ad essere sinuosa ed legante, anzi addirittura sexy, anche negli outfit maschili. In occasione della visita del Presidente canadese Justin Trudeau alla Casa Bianca, Melania ha indossato un abito super maschile ma che, addosso a lei, è diventato carico di femminilità: un tailleur gessato grigio con una camicia bianca e cravattino nero slacciato. Nemmeno Marlene Dietrich, che lanciò questa moda, era così sexy.

Comunque, non è semplice essere Melania Trump che non rinuncia mai ad essere se stessa.

E’ riservata, forse non ha niente da dire come affermano i suoi detrattori, ma almeno tace con garbo. Ha fatto capire a chiare lettere che lei di politica non ne sa niente e che , pur avendo delle opinioni, non gliene importa di condividerle per non essere paragonata alla super impegnata Michelle. Se litiga con il marito sull’Air Force One, non ha problemi a non dargli la mano mentre scendono la scaletta, come non rinuncia a lanciargli uno dei suoi micidiali sguardi taglienti quando il Presidente fa una battuta sconveniente ad una cena. Eppure, nonostante si sia dimostrata restia ad andare alla White House (c’è andata ad abitare quattro mesi dopo il marito), nonostante sia ritenuta altezzosa e menefreghista, Melania è riuscita a ritagliarsi in pochi mesi il suo spazio nel cuore degli Americani e non solo: il suo carattere è tutt’altro che quello di modella vacua e poi… proprio come Michelle, fa pure giardinaggio, anche se con una camicia da 1340 dollari. D’altra parte, “ la classe non è acqua”!

Criticatissima per i suoi tacchi a spillo che indossava quando si è recata in Texas dopo l’inondazione, ritenuti inadatti per l’occasione, affiancati ai piedi scalzi delle povere vittime. Comunque viene da porsi una domanda: sarebbe stata più corretta se fosse stata scalza anche lei? Criticata anche quando si è recata a prendere il figlio Barron a scuola, questa volta con le scarpe basse, ma… di Louboutin!

Forse, ci si dimentica che è la moglie di uno degli uomini più ricchi del mondo ed una ex modella.

Intanto, in quest’anno, c’è stato un ribaltamento alla Casa Bianca: mentre Trump scende le scale della popolarità, sua moglie le sale e si è aperto uno squarcio, una sorta di risarcimento all’immagine ed all’immaginario femminile. Melania ha sottolineato che agirà indipendentemente dal Presidente, tanto che si è già attivata nella lotta contro il cyber- bullismo… Aspettiamo impazienti le prossime mosse di Lady Trump.

“La Bellezza è una forma del Genio, anzi, è più alta del Genio perché non necessita di spiegazioni”! affermava Oscar Wild ed  alla Casa Bianca ,ora, c’è proprio bisogno di un Genio.

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply