foto Massimo Pica Le Giornate della Scuola Medica Salernitana : scienziati da tutto il mondo

ottobre 22, 2016 0 Comments Salute 115 Views
0Shares

Genetica e nuove scoperte-

Dopo la cerimonia di conferimento dei Premi Internazionali Scuola Medica Salernitana 2016, tenutasi ieri, presso l’Aula Magna Buonocore dell’Università di Salerno oggi, al Grand Hotel Salerno, si sta celebrando l’ultima de Le Giornate della Scuola Medica Salernitana. Primo e unico evento celebrativo della famosa scuola di medicina medievale,è a metà tra la storia e la scienza, ideato e organizzato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, presieduto da Bruno Ravera.
La Giornata di chiusura è dedicata, come sempre, alla Medicina del futuro e alle ultime scoperte scientifiche sulla genetica, con la partecipazione di scienziati di fama internazionale. Tra questi, la salernitana Maria Pia Cosma, Direttore del Centro di Ricerca di Barcellona, in Spagna.
Quest’anno il Simposio Internazionale delle Giornate della Scuola Medica Salernitana è dedicato ai fattori genetici e ambientali che contribuiscono alla patogenesi delle malattie umane. Oggi la medicina è in possesso di conoscenze senza precedenti su come il genoma umano controlli il destino delle cellule e degli organi e modifichi la nostra risposta ai farmaci. E’, oggi più che mai, chiaro che la genetica influisce sul rischio di malattia e sugli esiti, ma anche che alcune malattie, un tempo trattate come singole entità, sono invece caratterizzate da elevata eterogeneità genomica.
Segreteria scientifica del Convegno sono i dottori Bruno Ravera, Giovanni D’Angelo, Lucio Miele e Paola Rizzo.
Moderati dai professori Alessandro Weisz (Salerno) e Enza Maria Valente (Salerno), relazioneranno i professori Lucio Miele (Louisiana) su Il pianoforte, il pianista, la sfortuna e il destino delle cellule; Richard Myers (Alabama) su L’utilizzo della genomica per capire la salute umana e la malattia; Manel Esteller (Barcellona) su L’epigenetica in medicina: dalla conoscenza alle applicazioni. Moderati dai professori Mauro Tognon (Ferrara) e Carmine Selleri (Salerno), relazioneranno i professori Victoria Seewaldt (California) su Acqua sporca, epigenetica e imprinting; Immaculata De Vivo (Harvard) su Genomica e genesi multifattoriale nel cancro dell’endometrio; Valentina Bollati (Milano) su Elementi ambientali, possibili responsabili di modifiche epigenetiche nell’uomo. Dopo un’introduzione del professore Generoso Andria (Napoli), relazioneranno Edoardo Boncinelli (Milano) su La nostra identità, permanente e transitoria; interverrà il Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute Vito De Filippo. Moderati dai professori Federico Piscione (Salerno) e Angelo Massari (Salerno), relazioneranno i professori Gianluigi Condorelli (Milano) su RNA non codificanti ed epigenetica nello scompenso cardiaco; Francesco Cosentino (Stoccolma) su Cambiamenti epigenetici e rischio cardiometabolico; Gianfranco Sinatra (Trieste) su Epigenetica nella insufficienza cardiaca. Dopo l’introduzione di Bruno Ravera (Presidente Ordine Medici Salerno che organizza Le Giornate della Scuola Medica Salernitana), interverrà la professoressa Maria Pia Cosma (Barcellona) su La struttura nanometrica della fibra cromatinica correlata con lo stato di pluripotenza nelle cellule staminali.

Redazione

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply