Da Salerno a Maratea per un motoraduno. Per passione

giugno 7, 2017 0 Comments Motori 549 Views
Da Salerno a Maratea per un motoraduno. Per passione

Moto, paesaggi ed emozioni-

 

Non si può capire cosa spinge un uomo o una donna a indossare un casco se non si prova almeno una volta a partecipare ad un Motoraduno come quello di Maratea organizzato dal motoclub IL REDENTORE.
Per tre giorni la cittadina si è colorata di appassionati delle due ruote. La cordialità, l’appartenenza, l’amicizia,
l’aggregazione, la passione nei volti di chi ha partecipato. In tre giorni oltre 1400 partecipanti, arrivati dall’Italia, Belgio, Francia e dalla Bielorussia.

Una mole di lavoro per il motoclub IL Redentore che non ha mai dato cenni di cedimento facendo funzionare tutto come un orologio. Pranzi, cene, ( serviti circa 2500 pasti), gelato presso una bellissima struttura “Solarium il Gozzo” a pochi metri dal mare, aperitivo dopo una bella passeggiata nel centro storico di Maratea ed infine la classica visita al maestoso REDENTORE che dominala costa, il tutto spostando un gruppo oceanico di motociclisti. Non a caso il motoraduno è stato pluripremiato negli anni come miglior raduno nazionale, incontrando sempre i giudizi positivi dei partecipanti, non è facile è un lavoro di contatti, viaggi, amicizie coltivate per un anno intero.

Il presidente Toto’ De Filippo, ha, presso le community motociclistiche, un rispetto e una credibilità premiata ogni anno con migliaia di presenze. Il Comune di Maratea patrocina ogni anno l’evento beneficiando anche di un considerevole supporto mediatico e promozionale sul proprio territorio. Unico comune della provincia ad affacciarsi sul mare, si estende per circa 32 km sul Mar Tirreno. La sua costa, incastonata in una singolare posizione geografica ed ambientale, è variegata di insenature e grotte, scogli e secche. Numerose e caratteristiche le spiagge costiere, di fronte ad una delle quali emerge l’isola di Santo Janni. Degni di attenzione sono i fondali e le 131 grotte marine e terrestri, delle quali alcune hanno restituito fossili e reperti preistorici. Su tutte spicca la Grotta di Marina con stalattiti e stalagmiti. In più, le montagne dell’entroterra, arrivando con i loro costoni direttamente sul mare, creano un forte contrasto visivo di mare e monti, che dà vita a pittoreschi panorami e scorci visivi.
Durante il Motoraduno molti si sono riproposti di ritornare in estate per rivivere con le proprie famiglie i luoghi visitati. L’evento, inoltre, è stato ripreso dalle telecamere della 100% Action Sport e Dobermannstyle, un nuovo progetto multimediale salernitano che amplifica dando visibilità sui più noti canali web e social con video e foto alle nostre eccellenze organizzative e sportive della nostra Provincia.

Antonio Iovane

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply