LA COMMEDIA DIVINA

maggio 16, 2018 0 Comments La Commedia Divina 116 Views
LA COMMEDIA DIVINA
0Shares

LA COMMEDIA DIVINA

Ogni domenica mattina alle 11,00, al Museo Archeologico Provinciale di Salerno, in via San Benedetto28, la Fondazione di Poesia e Storia diretta da Rino Mele propone la lettura critica della Commedia di Dante.
Domenica 20 maggio, il canto XVI del Purgatorio.

Il XVI del Purgatorio, insieme al canto precedente, è dedicato al peccato dell’ira e alla sua purificazione. La pena è il buio assoluto, tanto che Dante può muoversi soltanto tenendosi stretto al suo maestro “sì come cieco va dietro a sua guida / per non smarrirsi”. Il canto XVI segna il centro della Commedia. I canti del “poema sacro” sono 100 e questo – a metà del Purgatorio – è il cinquantesimo: protagonista, un fascinoso personaggio di cui poco si sa, un uomo di corte, di alta moralità tanto che, nel suo deciso profilo, sembra quasi essere proiezione dello stesso Dante e del suo sdegno. È Marco Lombardo che, nella suggestiva complessità di questo canto, parla della libertà dell’uomo nel dover decidere, e rischiare l’eterno. È il difficile tema del libero arbitrio e della responsabilità umana. Scrive Corrado Bologna: “La centralità del libero volere dell’uomo nella sua vita e nella vita dell’universo si intenderà come il fondamento strutturale e ideologico dell’intero viaggio di Dante”. Nella condizione di totale oscurità della pena del terzo girone, le parole che Marco Lombardo rivolge a Dante, sono strette nella morsa di una dolorosa icastica verità: “Lo mondo è cieco e tu vien ben da lui”. Negli ultimi versi, infine, è evocato un personaggio femminile, Gaia da Camino, di cui non sappiamo che il nome e quello di suo padre, il “buon Gherardo”. Grande è il fascino di questa sfuggente presenza nella duplicità delle interpretazioni sulla sua misteriosa figura. (Rino Mele)

Immagine in alto: particolare del Giudizio Universale di Giotto

In basso: incisione di Alberto Martini

——————————————————————————————————————————————

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply