Nel ricordo di Pino Daniele.

gennaio 4, 2016 0 Comments Editoriale 98 Views
Nel ricordo di Pino Daniele.

Un anno fa moriva Pino.
Perché dire Pino basta, se si vuole intendere il padre di tante canzoni, di tante storie narrate, cantate, sussurrate. Come sussurra il mare, a Napoli.

Oggi ricordiamo colui che, solo con una chitarra, ha dato vita ad un nuovo genere, portandoci dentro tutta Napoli, i suoi colori, l’Amore.

Ieri a Napoli, nella Sala dei Baroni, al Maschio Angioino, aperta al pubblico, non ho potuto non pensare ad un anno fa, quando la sala era gremita di persone, innanzi alla sua urna, tantissima gente di età diversa; tante le coppie di sessantenni che, insieme davano l’estremo saluto al cantautore di sempre. Ed ancora giovani, giovanissimi e quarantenni come me, che sulle sue note hanno canticchiato andando al liceo in motorino, o ad un Mak P, sognando.
E’ nella metropolitana, in piazza Garibaldi, che oggi tutta Napoli cantava le sue canzoni, andando a lavoro, all’Università. Ovunque. Perchè le sue canzoni hanno accompagnato la vita.
Ci ha lasciato un anno fa, quell’uomo grande, ma così sensibile da creare testi di pura poesia. Avrebbe compito 60 anni il 19 marzo dell’anno scorso, il giorno di San Giuseppe, lui che era per noi un po’ padre, un po’ fratello, un po’ amico.

6 luglio 2014: è questa la data dell’ultima presenza di Pino in territorio salernitano, al Ravello Festival, ma la sua presenza resta nel cuore di tanti salernitani che hanno avuto la fortuna di ascoltarlo a Cava de’ Tirreni quando ha suonato con Eric Clapton, nel giugno 2011, o nell’agosto 2013 ai templi di Paestum. E da oggi, a Napoli, accanto alla lapide dedicatagli nel vicoletto Donnalbina, nel Quartiere San Giuseppe, vi è la copia in metallo della sua Paradis. Per non lasciarlo solo, forse perché il geniale popolo napoletano spera che, anche nell’Aldilà, Pino canti ancora.

Intanto nel salernitano, nei locali, nei teatri, nei centri di cultura e di aggregazione si sta celebrando Pino.
L’indimenticabile Pino Daniele.

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply