Taglio del nastro al GFF, ricordando la strage di Nizza

luglio 15, 2016 0 Comments Cultura 91 Views

Creatività, multimedialità, passione-

All’indomani della strage di Nizza, al taglio del nastro della 46esima edizione del Giffoni Film Festival si è osservato un minuto di silenzio.

“Vogliamo dedicare questa edizione alla Francia,” ha detto Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, presente stamane al GFF, “alle vittime di questa orrenda strage, ai tanti bambini e ai tanti ragazzi di Nizza morti in questo attentato. Anche per noi è una giornata segnata dal dolore dalla tristezza. Quella che apriamo oggi è ancora di più l’edizione della solidarietà. Giffoni è la risposta più forte al terrorismo. Alla violenza e all’orrore rispondiamo con la cultura dell’accoglienza, della creatività e della solidarietà”.

Il Giffoni Film Festival, la vita, la creatività, il futuro, l’accoglienza si innalzano, coralmente, contro l’orrore di Nizza e di tante città colpite al cuore.

Fiori dei colori della bandiera francese sono stati donati ai giurati francesi: Cèlie Chollois, Moyra Arribot Nata, Camille Royant, Sòlene Leclerc, Chloè Winieski, pènelope Dovillet. E’ la bandiera francese ad essere stata portata a braccia alzate tra i ragazzi della Cittadella.

Al taglio del nastro erano presenti il Direttore Claudio Gubitosi, il presidente del GFF Piero Rinaldi ed il sindaco di Giffoni Antonio Giuliano, tutti uniti nella solidarietà alla Francia, ad esprimere parole di cordoglio e speranza nel luogo dell’eccellenza dell’integrazione, in nome della creatività.

4150 giurati con le loro magliette bianche, provenienti da 51 Paesi e 179 città per vivere insieme una grande esperienza stavano a dimostrare oggi la bellezza delle differenze, il linguaggio universale della cultura.

Nell’ambito della cerimonia è stato poi scoperta un’opera di ceramica vietrese, la testa di King Kong, dedicata al Premio Oscar Carlo Rambaldi.

Il Presidente De Luca ha poi visitato il cantiere del villaggio del GFF, futuro luogo di creativtà, multimedialità.”Il GFF è uno degli eventi di maggiore carattere internazionale che abbiamo in Italia” ha detto, “confermiamo il nostro impegno a consentire un ulteriore e duraturo sviluppo all’evento, sia favorendo il completamento di quest’opera, sia sostenendo la dimensione produttiva di Giffoni che dovrà caratterizzarsi ancora di più per il suo carattere internazionale, per la sua capacità di produrre nel campo dell ‘audiovisivo e del multimediale e sul terreno dei contenuti culturali. Qui vi sono decenni di esperienza alle spalle e credo che siano maturi i tempi per l’apertura di una nuova stagione. Vorrei veder partire da qui decine di start-up nel campo della multimedialità. Questa è davvero una grande occasione di sviluppo. E’ così che si costruisce la garanzia perchè questo evento possa durare a lungo, negli anni.”

Sergio Del Vecchio

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply