Paestum: Per il MiBact Villa Salati non è da acquistare

luglio 7, 2016 0 Comments Cultura 169 Views
0Shares

Il complesso sarà preservato-

Villa Salati, a Paestum, i terreni che la circondano e i manufatti che  su di essi vi sono, non risulta di interesse per l’acquisto da parte dello Stato.

La Soprintendenza Archeologia della Campania, infatti, con con la Direzione del Parco Archeologico di Paestum e  il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha valutato con grande attenzione l’ipotesi di acquisto,  mediante l’esercizio del diritto di prelazione.

Il fatto che sia stato stipulato un atto di compravendita tra i proprietari e la Società acquirente per un importo di Euro 4.150.000,00 non consentirebbe, però,  alcun margine di trattativa sul corrispettivo fissato che si ritiene eccessivamente elevato. La spesa  in futuro per il consolidamento, il restauro e il pieno recupero del bene e delle parti circostanti sarebbe, infatti,  troppo cospicua.

Un’ulteriore criticità è rappresentata dalla constatazione che, qualora venisse esercitata la prelazione, non si acquisirebbe al patrimonio statale l’intero complesso. Infatti, dall’atto notarile di compravendita recentemente stipulato, è esclusa parte dei terreni, che ricadrebbe comunque nella disponibilità esclusiva dell’acquirente privato con l’evidente impossibilità di destinare il bene ad un unico utilizzo.

IL MiBACT ha così ritenuto che l’esercizio del diritto di prelazione per l’acquisizione della ‘Villa Salati’ di Paestum non si configuri come azione di interesse pubblico dello Stato.

La proprietà, comunque, è sottoposta a regime di vincolo archeologico e architettonico diretto e ricade, inoltre, nell’area  che dispone l’inedificabilità assoluta all’interno della città antica di Paestum e nell’area di rispetto corrispondente ad un chilometro dalle mura.

La struttura sarà preservata dagli Enti ministeriali con una vigile ed attenta azione di tutela   e sarà destinata ad usi compatibili con la valenza storica, archeologica e monumentale.

Antonietta Doria

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply