Gary Baseman cura l’immagine del GFF, conquistando

luglio 16, 2016 0 Comments Cultura 77 Views

Creatività d’autore-

Ha esplorato vari campi dell’Arte passando dalla moda alla pubblicità, dal design alla musica, al cinema. Stiamo parlando del designer, illustratore e cartoonist, Gary Baseman, ospite di questa 46esima del Giffoni Film Festival e curatore dell’immagine stessa di questa edizione.

Tema 2016 è la “Destinazione” e Baseman ha curato quell’immagine che accoglie il popolo del Giffoni, quell’immagine che ci rimanda all’infanzia, conducendoci all’età adulta.
Sono migliaia le magliette bianche indossate qui al GFF che portano la sua creazione.
Per la scorsa edizione realizzò un muro all’ingresso della Cittadella del Cinema, con rimandi alla Settima Arte, con citazioni cinematografiche, dando piena libertà alla Creatività.

Inserito dal Entertainment Weekly Magazine tra le cento persone più influenti del mondo dell’intrattenimento, Baseman ha iniziato la sua carriera nella Grande Mela nella seconda metà degli anni 80 e la prima degli anni 90 collaborando come illustratore con “The New Yorker”, “The New York Times”, “Rollig Stone”, “Time”, “Atantic Monthly”, “The Los Angeles Times”.

Figure di spicco della scena Pop Surrealista californiana, ha coniato un nuovo termine per definire la sua estetica, “Pervasive Art”, “capace di offuscare la linea di confine tra Fine Art e Commercial Art”. E’ l’autore della pluripremiata serie a cartoni animati Teacher’s Pet, prodotta dalla Walt Disney Television animation trasmessa dalla ABC e divenuta film per sale cinematografiche.
E’ l’autore della grafica di Cranium, un gioco da tavolo.

Ma è soprattutto colui che riesce a comunicare emozioni ai ragazzi venuti da ogni luogo per essere protagonisti del loro Giffoni Film Festival, anche quest’anno.

Sergio Del Vecchio

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply