Al via “I Concerti d’estate di Villa Guariglia”

luglio 15, 2017 0 Comments Cultura 203 Views
Al via “I Concerti d’estate di Villa Guariglia”

Ventesima edizione, quest’anno per l’appuntamento tanto atteso ogni anno, “Concerti d’estate di Villa Guariglia in tour”, festival  organizzato da Antonia Willburger del CTA di Salerno in collaborazione con la Provincia di Salerno, il Comune di Salerno, il Comune di Cava de’ Tirreni, il Comune di Baronissi, l’Ept, la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, la Coldiretti-Campagna Amica e l’Associazione Amici dei Concerti di Villa Guariglia e con il patrocinio morale del Consiglio Regionale della Campania.

Stasera alle ore 19 presso l’Area Archeologica di Fratte, l’Associazione Porto delle Nebbie con il suo vulcanico Presidente, Piera Carlomagno, darà vita all’inaugurazione noir;  Porto delle Nebbie è infatti giallo, noir, thriller con atmosfere emozionanti e scrittori interessanti, associazione che ha realizzato nei mesi scorsi il festival salernitano tinto di giallo, “Le notti di Barliario”, portando a Salerno le firme più prestigiose del panorama italiano e non solo, del mondo del Giallo. Nei giorni scorsi la sua anteprima  presso la Mondadori Bookstore Salerno ha visto  autori del calibro di Stefano Tura, Antonio Lanzetta, Alessandra Pepino con i loro ultimi lavori editoriali, appuntamento moderato da Brunella Caputo.Stasera  Claudia Izzo e Alfonso Sarno presenteranno al fedelissimo pubblico  “Il falsario di reliquie” di Carlo Animato(tea), “Commissario Prisco- Il segreto dell’assassino” di Ugo Mazzotta, “La scomparsa di una sciantosa” di Giuseppe esposito ( Stamperia del Valentino)

Ad inaugurare l’edizione 2017 sarà il concerto del Quartetto Bolling, organizzato con il Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno. Sarà il suono del flauto di Antonio Senatore con Raffaele Maisano al pianoforte, Marco Cuciniello al contrabbasso e Felice Marino alla batteria, a proporre un florilegio di miniature delle due suite di Bolling. Dalla Suite n.1 per flauto e jazz piano trio saranno eseguiti Baroque and blue, Sentimentale, Javanaise e Fugace e dalla Suite n. 2 per flauto e jazz piano trio il pubblico ascolterà Espiegle, Amoureuse, Vagabonde e Jazzy.

Tra le novità che si leggono quest’anno in cartellone c’è il ritorno della danza con la Junior Company Ballet del Liceo Coreutico Statale Alfano I e l’Associazione Campania Danza e due incontri dedicati alla poesia ed al Teatro con l’Associazione Marco Amendolara e Corpo Novecento; mentre già si pensa per il prossimo anno ad istituire un premio di poesia dedicato proprio al giovane poeta scomparso prematuramente.

Il 18 luglio, ancora un appuntamento firmato Martucci, quando la ribalta etrusca sarà tutta per il quartetto del pianista Marco De Gennaro, con Armando Luongo alla batteria, Francesco Galatro al contrabbasso e Gerardo Palumbo alle percussioni per una serata “Enjoy” tra jazz afro-americano e latin jazz sotto le stelle.

Il Gipsy Mood Quartet farà risuonare la piazza del Duomo di Cava de’ Tirreni il 19 luglio con Massimo Barrella alla chitarra manouche, Osvaldo Costabile al violino e alla chitarra, Giuseppe Plaitano al clarinetto e Marco Cuciniello al contrabbasso, sulle tracce della mano sinistra del diavolo Django Reinhardt e dello swing francese degli anni ’30.

L’atrio del Duomo di Salerno accoglierà il 20 luglio Anna Bulkina, vincitrice del Premio di Esecuzione Pianistica “A. Napolitano”- Città di Salerno 2016, la quale proporrà le carismatiche pagine della scuola nazionale russa. Il concerto è sponsorizzato dall’Associazione Marina di Salerno.

Il 21 luglio ritorna la danza ai “Concerti d’Estate”, con la Junior Company Ballet del Liceo Coreutico Statale Alfano I con sei coreografie, tra cui il celebre Pas de quatre dal “Romeo e Giulietta” di Sergeij Prokof’ev per la regia di Anna Rita Pasculli e la supervisione del M° Massimiliano Scardacchi.

Ritorno a Cava de’ Tirreni il 23 luglio, per la prima serata blues, in collaborazione con il Campania Blues festival, con Francesco Piu trio, che offrirà una miscela di blues, funky e soul in chiave acustica, mentre il 24 luglio l’Area Archeologica di Fratte accoglierà una delle trombe jazz italiane più prestigiose, Flavio Boltro, che sarà ospite del
Simone Sala Trio, con il leader al piano, Mino Berlano al basso, Oreste Sbarra alla batteria.

Il 25 luglio nell’arena archeologica, don Michele Pecoraro ed il suo ensemble proporrà “Napule è na’ canzona”. Altro appuntamento da non perdere del cartellone jazz è quello del 26 luglio, quando al gran coda posto sul palcoscenico dell’Area Archeologica di Fratte siederà Danilo Rea, al basso ci sarà Dario Deidda ed alla batteria Amedeo Ariano. Per questa data Porto delle Nebbie, per il suo Preludio Noir, presenta “L’estate è una cattiva stagione”, l’antologia di racconti a cura di Fabio Mundadori. Interverrano gli autori Fabio Mundadori e Piera Carlomagno. A presentare sarà Brunella Caputo.

Appuntamento di prammatica è il concerto de “I Musicastoria” in calendario il 27 luglio con “Spasiba” che in bielorusso significa “grazie”, per raccogliere fondi in favore dell’orfanotrofio di Zhodino in Bielorussia dove è stata allestita una sala musica intitolata a Paola Galdi. Il 28 luglio i concerti aprono alla poesia con “Isola. Un reading di poesia” curato da Francesco Iannone in collaborazione con l’Associazione Marco Amendolara, mentre il giorno successivo, il 29 luglio sarà di scena il teatro con “Un’idea di teatro. La scena tra editoria e territorio”, a cura di Pasquale De Cristofaro, in collaborazione con Corpo Novecento.

Il 29 luglio è anche il giorno di un grande ritorno, quello dei Trombonisti Italiani che condurranno il pubblico in un tour di melodie celeberrime dal galop del Guglielmo Tell di Rossini alla misteriosa Round about midnight di Thelonious Monk.

Il 30 luglio Paolo Palopoli quartet presenterà il suo ultimo lavoro “Sounds of New York”, in cui il chitarrista scatta una fotografia della sua esperienza statunitense, che comprende, oltre alle sonorità mainstream e hard bop, anche quelle caratteristiche del blues e west coast.

Il 31 luglio la scena sarà quella del Parco del Ciliegio di Baronissi, ove si accenderanno i riflettori sulla vocalist Simona De Rosa che proporrà “With respect to Ella” un tributo alla voce jazz, Ella Fitzgerald, per il centenario della nascita con un quartetto made in Salerno, capitanato dal sax tenore di Daniele Scannapieco.

Due gli appuntamenti a Cava de’ Tirreni, il 2 agosto con The Martucci Sisters & Carlo Lomanto, latori di quelle armonie vocali nate negli anni trenta e sviluppatesi nel raffinato vocalese, giunto fino ai nostri giorni, mentre il 6 agosto, “Napoli canta ancora” con la chitarra di Espedito De Marino e il mandolino di Gianni Marcellini, in un tour di melodie dall’’800 ai giorni d’oggi.

L’11 agosto sarà l’Associazione “Il Tempio della musica” a presentare a Cava de’ Tirreni il sentire dei giovani musicisti dell’ensemble “Enarmonici”, mentre il 17 agosto debutto della musica nella Tenuta dei Normanni di Giovi con il blues di Chris Cain sostenuto dalla Luca Giordano Band, in collaborazione con il Campania Blues festival. Un chitarrista blues, Cain, con raffinate divagazioni jazz dal tocco caldo, deciso e intelligente versatile polistrumentista con una voce che ricorda BB King. Gran finale il 18 agosto nel parco del Ciliegio di Baronissi con il quartetto del fisarmonicista Francesco Citera, che condurrà il pubblico dalla Francia all’Argentina, passando per l’Ungheria e il Brasile.

Antonietta Doria

 

 

 

 

 

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply