I Comuni di Pellezzano, Cetara e Baronissi uniti per la valorizzazione delle opere di Ugo Marano

gennaio 30, 2016 0 Comments Cultura 159 Views
0Shares

Valorizzare l’opera e la figura dell’artista Ugo Marano: questo il contenuto dell’intesa sottoscritta tra i Comuni di Baronissi, Cetara e Pellezzano.
Ugo Marano, originario di Capriglia è morto a Cetara nell’ottobre del 2011, artista poliedrico e versatile ha creato opere tra la Costiera amalfitana e le città d’arte italiane ed europee. Chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, nello splendido borgo di Cetara, sa quanto il suo estro, la sua creatività trovassero giusta dimora nella sconfinata bellezza di quei luoghi.
A sottoscrivere l’accordo, il sindaco di Pellezzano, Giuseppe Pisapia, di Cetara, Secondo Squizzato, e di Baronissi, Gianfranco Valiante. Presente anche l’assessore alla Cultura del Comune di Pellezzano, Francesco Morra, che ha coordinato il progetto.
“Il Comune di Pellezzano – spiega il sindaco Giuseppe Pisapia – proporrà un progetto per l’acquisizione al patrimonio comunale della Casa di Capriglia di Ugo Marano, mediante l’utilizzo di risorse comunitarie, per realizzare un centro permanente luogo di riflessione e iniziative sull’ arte. L’obiettivo è di partecipare all’ attuazione di un progetto di ricerca e di alta formazione per creare un interscambio tra i territori interessati nell’ambito dello sviluppo della cultura e del turismo”.
Il Museo Frac di Baronissi è stata più volte location degli eventi espositivi del maestro ed “il Comune di Baronissi – dichiara il sindaco Gianfranco Valiante – mette a disposizione le competenze professionali del proprio settore Cultura e del Museo FRAC per valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale di Marano che può diventare uno dei più importanti volani di sviluppo sociale ed economico del territorio”.
Ugo Marano fu protagonista dell’inaugurazione della Torre Vicereale di Cetara, era il sogno della sua vita farne una fucìna d’arte e proprio qui, il Comune di Cetara, nella Torre Vicereale, sede di un Museo civico gli ha dedicato una sala che ospita 12 piatti unici in ceramica. Per il sindaco Secondo Squizzato, “il Comune di Cetara promuoverà la conoscenza e lo sviluppo dell’artista, attraverso progetti da candidare al finanziamento di bandi nazionali ed europei”.

Email inviata con

Logo

Cancella iscrizione | Unsubscribe

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply