22 e 23 settembre: Giornate Europee del Patrimonio “L’ARTE DI CONDIVIDERE”

settembre 19, 2018 0 Comments Campania , Cultura 241 Views
22 e 23 settembre: Giornate Europee del Patrimonio “L’ARTE DI CONDIVIDERE”
14Shares

Tutte le iniziative programmate nei musei e nei luoghi della cultura di Salerno e Avellino

Sabato 22 e domenica 23 settembre tornano, nei musei e nei luoghi della cultura di tutta Italia, le Giornate Europee del Patrimonio (GEP 2018), con tema “L’Arte di condividere”.
Visite guidate, iniziative speciali e aperture di luoghi normalmente chiusi al pubblico saranno organizzate nei musei e nei luoghi della cultura statali, cui si accederà con orari e costi ordinari nel corso delle giornate di sabato 22 e domenica 23 settembre. Inoltre, aperture straordinarie serali al costo simbolico di 1 euro sono previste per la sera di sabato 22 settembre. La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, diretta da Francesca Casule, ha organizzato con la partecipazione di Province, Comuni, Diocesi, Enti e Associazioni del territorio le aperture straordinarie a Salerno e Avellino.

S A L E R N O

S A L E R N O
*Complesso Monumentale di San Pietro a Corte Ingresso gratuito
Ipogeo e Cappella sant’Anna (apertura a cura della Soprintendenza)
10.00 / 18.30 sabato fino alle 22.00
Cappella Palatina (apertura a cura del Gruppo Archeologico Salernitano e
10.00/13.00 – 17.00/20.00 sabato fino alle 22.00 Confraternita di Santo Stefano)
Visita guidata con una storia multimediale dal nome San Pietro a Corte nei Secoli, che illustra la lunghissima vita del complesso archeologico attraverso tutte le sue fasi con l’ausilio di una voce narrante, di effetti luminosi e proiezioni e tecniche di Image Mapping 3D.

S A L E R N O Ingresso 3 euro, ridotto 2 euro
*Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana (a cura Comune di Salerno – Fondazione S.M.S.- Coop. Galahad)
10.00/13.00 – sabato dalle 17.00 alle 22.00
Visita guidata. Il museo virtuale attraverso installazioni multimediali e stereoscopiche, intrattiene il visitatore in un percorso immersivo e coinvolgente, seppure rigoroso e puntuale.

S A L E R N O Ingresso 4 euro, ridotto 2 euro
*Museo Archeologico (apertura a cura della Provincia di Salerno – Ass. Fonderie Culturali) 9.00/ 19.30 Sabato fino alle 23.00
Sabato, il Museo Archeologico Provinciale di Salerno chiuderà al pubblico alle ore 23.00. Ingresso serale a 1 €. Dalle ore 20.00 alle ore 22.30, visita guidata a cura dell’Associazione Fonderie Culturali.
Domenica, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, attività didattica dedicata ai bambini a cura dell’Associazione Fonderie Culturali.
Referente per la Provincia di Salerno: Dott.ssa Wilma Leone, funzionario responsabile del Servizio Conservazione e Valorizzazione del Sistema Museale e del Patrimonio Librario del Settore Musei, Biblioteche e Pinacoteche, info: 089 614 605, mail: museibiblioteche@provincia.salerno.it
Referente per l’Associazione Fonderie Culturali: Dott. Giuseppe Ariano, presidente dell’Associazione, tel. 089 231135 cell. +39 328 2895132, mail: g.ariano@fonderieculturali.it

S A L E R N O
*Duomo San Matteo. Ingresso gratuito
Quadriportico 8.30 / 20.30 sabato fino alle 23.00 (apertura a cura della Diocesi di Salerno)
Cattedrale e Cripta 8.30 -13.00 / 15.00-20.30 sabato fino alle 23.00
Il Duomo di Salerno viene fondato per volontà di Roberto il Guiscardo a partire dal 1076, anno della conquista della città di Salerno da parte dei Normanni, dopo un assedio durato sette mesi.
La chiesa è dedicata a S. Matteo Evangelista e sorge presso la sepoltura del santo, su un’area precedentemente occupata dalle chiese di S. Maria degli Angeli e S. Giovanni Battista.
L’aspetto attuale del duomo deriva dagli interventi realizzati in età barocca.

S A L E R N O
*Museo Diocesano (apertura a cura della Diocesi di Salerno)
9.00/13.00 – 15.00/19.00 Sabato fino 22.00
Il Museo Diocesano prolunga gli orari d’apertura con una straordinaria visita serale.
La sede attuale è collocata all’interno dell’ex Seminario Diocesano, dove è ospitata anche la Biblioteca e l’Archivio Diocesano. L’edificio, fondato dopo il Concilio di Trento e ristrutturato nel XVIII secolo, presenta una facciata neoclassica realizzata nel 1832.
Le raccolte di opere d’arte conservate nel museo costituiscono uno spaccato della cultura espressa in città per oltre mille anni. Un posto di rilievo è occupato dalle tavolette d’avorio, la più vasta e completa collezione eburnea del Medioevo cristiano esistente al mondo, composta da ben 69 formelle con scene del Vecchio Testamento e del Nuovo Testamento. La loro datazione è oscillante fra fine XI secolo e primi decenni del XII.
Un altro pezzo importante del museo è l’Exultet, un rotolo in pergamena con miniature, che veniva usato durante la liturgia del Sabato Santo.

S A L E R N O
*Chiesa di San Giorgio Ingresso gratuito
10.00 / 1300 sabato fino 22.00 (apertura a cura della Diocesi di Salerno- Rettoria ch. San Giorgio)
Il monastero e la chiesa di San Giorgio costituiscono uno dei più antichi insediamenti monastici di Salerno, aperto al pubblico sabato fino alle 22:00.

S A L E R N O
*San Salvatore Ingresso gratuito
10.00/12.00 sabato dalle 18.00 fino alle ore 22.00 (apertura a cura della Diocesi di Salerno. Parrocchia S. Agostino)
Adiacente al complesso di San Pietro a Corte nel lato meridionale, lungo la via Mercanti, è collocata la piccola chiesa.

S A L E R N O
*Museo della ceramica “A.Tafuri” Ingresso gratuito
10.00/12.00 sabato delle 19.00 fino alle 22.00 (apertura a cura del Museo “A. Tafuri”)
VISITA GUIDATA. Nel centro storico di Salerno, nel caratteristico larghetto Cassavecchia poco distante dal Duomo, si trova la Collezione privata di ceramiche fondata da Alfonso Tafuri nel 1987. Dopo un attento ed appassionato lavoro di recupero e di restauro di alcuni terranei del settecentesco palazzo Mancuso, adibiti nel tempo a vari usi, ultimo quello di deposito di carbone e falegnameria, il museo si presenta come una teoria di ambienti coperti da volte a vela e pavimentati con basoli in pietra vesuviana e cotto di Ogliara. La Collezione Alfonso Tafuri rappresenta un esempio interessante di impegno privato volto alla conservazione ed alla valorizzazione della storia dell’arte ceramica campana e, in particolare, del rapporto che la ceramica salernitana e vietrese ha avuto con la città, con le sue abitudini ed i suoi gusti, e con la religiosità dei suoi abitanti. All’interno dei locali vi è una ricca raccolta di mattonelle in cotto dipinte a mano (riggiole) del Settecento napoletano e dell’Ottocento vietrese, di vasellame e utensileria casalinga di produzione locale e vietrese del XIX secolo e di reperti più antichi databili al XIII secolo; sono esposti anche boccali, giarretelle, piatti ed altri oggetti provenienti dalle produzioni di Giffoni Valle Piana e di Cerreto Sannita. Inoltre si possono ammirare targhe e pannelli devozionali del XIX secolo e manufatti del periodo tedesco (1920-47) della ceramica vietrese prodotti da artisti quali: Riccardo Doelker, Irene Kowaliska, Guido Gambone, Giovannino Carraro.

S A L E R N O
*Giardino della Minerva Ingresso 3 euro, ridotto 1,5 euro
9.30 / 21.00 (apertura a cura del Comune di Salerno – Fondazione Scuola
Medica Salernitana – Ass. Erchemperto)

S A L E R N O Ingresso gratuito
*Giardino di Casa Altieri (apertura a cura di casa Altieri)
10.00 / 13.00 – 17.00 / 20.00 sabato dalle 19.00 fino alle 22.00
La manifestazione prevede l’esposizione, all’interno del giardino privato di casa Altieri, di abiti liturgici antichi, custoditi nella Sacrestia della chiesa dedicata al nostro Santo Patrono dal Parroco della Cattedrale, Don Michele Pecoraro.
Ed è tra i fiori, i cespugli, le aiuole ed i profumi che nasce un palcoscenico naturale che mette in mostra la collezione Paramenti sacri del ‘700, drappi sacerdotali ricamati dalle giovani nobili ospitate nei secoli scorsi nel Conservatorio dell’Ave Gratia Plena Minor, prospiciente casa Altieri, recuperati alla memoria, anni fa, da Don Cesare Pellegrino, parroco della chiesa annessa alla struttura conventuale.

S A L E R N O
Pinacoteca Ingresso gratuito
9.00 / 19.45 (apertura a cura della Provincia di Salerno)
Domenica 23 settembre, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, visita guidata alla Pinacoteca Provinciale di Salerno a cura dell’Associazione Fonderie Culturali.
Referente per la Provincia di Salerno: Dott.ssa Wilma Leone, funzionario responsabile del Servizio Conservazione e Valorizzazione del Sistema Museale e del Patrimonio Librario del Settore Musei, Biblioteche e Pinacoteche, tel. 089 614 605, mail: museibiblioteche@provincia.salerno.it
Referente per l’Associazione Fonderie Culturali: Dott. Giuseppe Ariano, presidente dell’Associazione, tel. 089 231135 cell. +39 328 2895132, mail: g.ariano@fonderieculturali.it

S A L E R N O
Santa Maria De Lama Ingresso gratuito
10.00 / 13.00 (apertura a cura del Touring Club Salerno)
Nel cuore del centro antico della città di Salerno, la chiesa di santa Maria de Lama,edificata fra il X e l’XI secolo, conserva testimonianze artistiche del periodo longobardo.
Musica, Arte e Architettura medievale / La Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, nel promuovere le Giornate Europee del Patrimonio, collabora con il Touring Club di Salerno, il liceo statale “Alfano I” di Salerno e il liceo artistico “Sabatini-Menna” di Salerno, per la valorizzazione della chiesa di Santa Maria della Lama, nel centro storico di Salerno, attraverso eventi i cui protagonisti sono gli studenti dei due Istituti: sabato 22/09/2018 – ore 10.00/13.00, concerto di musica medievale a cura degli studenti del liceo statale “Alfano I” di Salerno; domenica 23/09/2018 – ore 10.00/13.00, esposizione a cura del liceo artistico “Sabatini-Menna”, nella chiesa e sui gradoni della Lama, dei lavori ispirati all’arte e all’architettura medievale.

S A L E R N O
Parco Archeologico di Fratte Ingresso gratuito
9.00 / 14.00 sabato fino alle 15.00 (apertura a cura della Provincia di Salerno)

S A L E R N O
Castello Arechi (apertura a cura della Provincia di Salerno)
9.00 / 15.00 sabato fino alle 17.00

S A L E R N O
Cappella San Ludovico presso l’Archivio di Stato Ingresso gratuito
9.00/13.00 – 16.00/20.00 (apertura a cura dell’Archivio di Stato di Salerno)
Al pianterreno dell’Archivio di Stato di Salerno, al livello stradale e con proprio accesso, è la cappella cosiddetta di San Ludovico: prende il nome dall’affresco venuto alla luce nel 2009, in seguito ai lavori per il restauro dell’ambiente fino ad allora usato come deposito. Si tratta di una cappella appunto, con volte a crociera decorate con affreschi risalenti al XIII secolo.

R A I T O di V I E T R I S U L M A R E ( S A ) (apertura a cura della Provincia di Salerno)
Museo della Cermica di Villa Guariglia
9.00 / 15.00
Sabato, dalle ore 19.00 alle 23.00, si inaugura la XIII edizione La Festa dei Boccali evento artistico ed enogastronomico voluto ed organizzato dall’Associazione di Volontariato Humus Onlus che da più di 18 anni si occupa di promuovere la tradizionale arte della ceramica come strumento di comunicazione e aggregazione, solidarietà e crescita culturale, promozione e integrazione sociale. Nell’insostituibile scenario di sempre, sospesa fra mare e cielo, Villa Guariglia ospita e da lustro alla mostra collettiva, che rinnova il connubio tra volontariato, arte e cultura. L’attenzione all’altro e la solidarietà costituiscono il DNA dell’Associazione di Volontariato Humus: nuovi e vecchi artisti, disabili, volontari, si uniscono in una sola voce per ribadire con forza l’importanza dell’agire volontario e per sottolineare quanto l’arte possa essere strumento di aggregazione, sostegno e crescita. 100 gli artisti coinvolti e 700 boccali per promuovere la creatività innovativa. Elemento di novità in questa edizione è la partecipazione di artisti di altre regioni di Italia come gli artisti di Macerata, Lodi, Grottaglie, Frosinone e artisti stranieri dalle isole Barbados, Francia e Polonia. Un posto in più per promuovere la mobilità degli artisti nel mondo. L’evento è promosso dall’Amministrazione Provinciale e patrocinata dal Comune di Salerno, in collaborazione con il Museo della Ceramica di Raito a Vietri sul Mare, il Museo Città Creativa del Comune di Salerno, la Soprintendenza ABAP di SA e AV e i Maestri d’Arte.

N O C E R A I N F E R I O R E ( S A )
Museo Archeologico provinciale dell’agro noverino
Sabato 9.00 / 15.00

N O C E R A S U P E R I O R E ( S A )
Museo di Villa de Ruggiero Ingresso gratuito (apertura a cura della Provincia di Salerno)
9.00/ 19.30

M A I O R I ( S A )
Abbazia SANTA MARIA DE OLEARIA Ingresso gratuito
Sabato 15.30 / 18.30 (apertura a cura del Comune di Maiori – Associazione Maiori Cultura)
domenica 10.00 / 13.00
Visite Guidate. L’iniziativa è a cura del Comune di Maiori che di recente, 11 aprile 2016, ha stipulato con la Soprintendenza un protocollo d’intesa per promuovere la tutela e la fruizione del monumento.
Santa Maria d’Olearia, di proprietà dello Stato, è uno dei più celebri insediamenti monastici dell’antico Ducato di Amalfi medievale, collocato lungo la Costiera, dopo Capo d’Orso e prima del centro urbano di Maiori. La sua importanza deriva soprattutto dai cicli pittorici medievali che ancora si conservano all’interno.

M I N O R I ( S A )
Villa ROMANA Ingresso gratuito (apertura a cura della Soprintendenza)
8.00 – 14.00 sabato fino alle 22.30
Sabato 22 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, è in programma un’apertura straordinaria serale della villa romana di Minori. Nel corso della serata è previsto un servizio gratuito di visite guidate a cura della locale pro loco.
La Villa Marittima risale all’inizio del I sec. d.C. Dell’edificio, originariamente su due livelli, sono visibili solo alcuni ambienti ornati di stucchi e resti di affreschi organizzati intorno al viridarium, cinto da portico ad arcate.Interessanti sono, inoltre, il triclinium e le terme. Sulla terrazza, corrispondente al piano superiore, è collegato l’annesso Antiquarium, che raccoglie pitture e materiale romano rinvenuto in altre ville della zona. Le ricche decorazioni pittoriche del triportico e degli ambienti interni (III stile pompeiano), consentono di collocare l’impianto originario della villa nell’età giulio-claudia.

R A V E L L O ( S A ) Ingresso gratuito
DUOMO (a cura del Comune di Ravello, Soprintendenza ABAP di Salerno e Av
Domenica 23 settembre ore 17.30 Diocesi Cava-Amalfi e Duomo di Ravello- Regione Campania)
Inaugurazione dei Lavori di restauro e valorizzazione dei Giardini del Vescovo, del Teatro all’aperto e del Museo del
Duomo di Ravello.

P O S I T A N O ( S A )
Villa Romana Ingresso 15 euro
9.00 / 21.00 (apertura a cura del Comune di Positano)

P A D U L A ( S A ) Certosa di Padula
Museo della Lucania Occidentale (apertura a cura della Provincia di Salerno)
9.00 / 18.45

S A L A C O N S I L I N A ( S A )
Museo Archeologico Ingresso gratuito
(Apertura a cura del Comune di Sala Consilina
e della Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino
Inaugurazione del Museo Archeologico di Sala Consilina
lunedì 24 settembre ore 11.00

B U C C I N O ( S A )
Museo Archeologico Nazionale “Marcello Gigante”
9.00/13.00 – 15.00/19.00 sabato fino alle 22.30
Sabato 22 e domenica 23 settembre apertura del Museo Archeologico di Buccino con prolungamento dell’orario sabato 22 fino alle 22.30. In occasione delle Giornate europee dei Patrimonio visite guidate e biglietto di ingresso a 1 euro.
Parco Archeologico Urbano di Volcei
9.00/13.00 – 15.00/19.00 sabato fino alle 22.30
Sabato 22 e domenica 23 settembre visite guidate al Parco Archeologico Urbano dell’antica Volcei a Buccino. Sabato 22 settembre sarà possibile partecipare a una giornata di pulizia delle aree archeologiche urbane insieme agli operatori culturali della pro loco. In occasione delle Giornate europee dei Patrimonio il servizio di visite guidate avrà il costo di 1 euro.

S I C I G N A N O D E G L I A L B U R N I ( S A )
Castello Giusso del Galdo (apertura a cura del Comune di Sicignano, Pro Loco Monte Alburni
10.00/13.00 sabato anche 17.00/19.00 Istituto San Domenico e Gruppo restauro Fledevalia)

A V E L L I N O

A V E L L I N O
*Carcere Borbonico Ingresso gratuito
10.00 / 23.00
Sabato 22 Settembre
sala Ripa – ore 10;
Convegno – Europa: uniti nella diversità.
Giornata organizzata dalla Soprintendenza di Avellino e Salerno, con l’intervento di studiosi sul tema ” Europa e migrazioni e attraverso storie e prassi di buona accoglienza, di immigrazioni ” di successo che aiutino la comprensione di un fenomeno antico.
All’iniziativa ha aderito anche “Area Vasta Avellino”
Un’occasione, questa delle giornate europee della cultura, importante per riscoprire le profonde radici storiche dell’Europa Unita attraverso un’esposizioni di immagini e scatti che ne ripercorrano alcuni momenti salienti e approdino al presente.
sala Ripa – ore 18.00;
GLI ANNIVERSARI DELLA MUSICA
XVIII edizione del Festival internazionale, concerto “violino e chitarra “Sator/duo” – Viaggio nelle Americhe – omaggio a Leonard Berstein a cura dell ‘Associazione Musicale Igor Stravinsky
Ore 10.30 / 23.00
MANOCREA / Weekend dedicato a grandi e piccini con laboratori, musica, presentazioni di libri di autori irpini, film e degustazioni.
Domenica 23 Settembre
Sala Ripa – ore 17:30
Spettacolo teatrale” L’arte, senso della vita” a cura del Regista Marco La Placa con protagonisti i malati di Parkinson e studenti liceali.
Ore 10.30 / 23.00
MANOCREA / Weekend dedicato a grandi e piccini con laboratori, musica, presentazioni di libri di autori irpini, film e degustazioni.

M I R A B E L L A E C L A N O ( A V )
*Parco Archeologico Aeclanum Ingresso gratuito (apertura a cura della Soprintendenza)
14.00 / 18.00 sabato dalle ore 9.00 alle 22.30
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sabato 22 settembre sarà possibile visitare il Parco Archeologico di Aeclanum fino alle 22.30, oltre il consueto orario di apertura. Nel corso dell’apertura sarà effettuato un servizio di viste guidate gratuite. Domenica 23 settembre 14.00 / 18.30 sarà effettuato un servizio di visite guidate al Parco Archeologico di Aeclanum.

A R I A N O I R P I N O ( A V )
*Antiquarium
9.00 / 13.00 sabato 16.00 alle 22.00
I fiumi del territorio di Ariano Irpino nell’antichità”
Sabato 22 settembre gli alunni dell’Istituto comprensivo “Don Milani” di Ariano Irpino presentano il percorso didattico sviluppato sul ruolo dei fiumi nell’antichità all’interno del territorio di Ariano Irpino. Inoltre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, gli alunni dell’Istituto effettueranno visite guidate in collaborazione con il personale dell’antiquarium dalle 9.30-12.00.
Apertura serale dell’antiquarium” / Sabato 22 settembre dalle 19.00 alle 22.00 l’antiquarium sarà eccezionalmente aperto al pubblico. Nel corso della serata il personale in servizio effettuerà visite guidate gratuite al percorso espositivo.
Visite guidate all’antiquarium” / Domenica 23 settembre dalle 9.00 alle 13.00 il personale in servizio presso l’antiquarium di Ariano Irpino effettuerà visite guidate gratuite al percorso espositivo.

A V E L L A ( A V )
Visite guidate alle Tombe Romane
9.00-13.00; 15.00-18.00
Sabato 22 e domenica 23 settembre apertura dell’area archeologica delle Tombe romane di Avella e visite guidate a partire dalle ore 10.00 a cura del SIAT del Comune di Avella.
Visite guidate all’Anfiteatro
Sabato 22 e domenica 23 settembre apertura dell’area archeologica dell’Anfiteatro romano di Avella e visite guidate a partire dalle ore 10.00 a cura del SIAT del Comune di Avella.
* Apertura serale dell’Anfiteatro e dell’area archeologica delle Tombe Romane
ore 9.00-13.00; 15.00-18.00 sabato 19.00/22.00
Apertura straordinaria serale dell’Anfiteatro e dell’area archeologica delle Tombe romane di Avella. In questo stesso weekend si terrà ad Avella la manifestazione “Pane Ammore e Tarantella”, due notti di musica popolare con gruppi itineranti, cultura ed enogastronomia che animeranno il centro storico cittadino.
info +39 081/8251044; E-mail: sabap-sa.avella@beniculturali.it Indirizzo: Via dell’Anfiteatro e Via delle Tombe Romane, 83021 Avella

* APERTURA SERALE

Fotografia a cura dell’architetto Daniele Magliano

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply