Uno sguardo al 2018 ed un sorriso al 2019

dicembre 31, 2018 0 Comments Cronaca , Editoriale 358 Views
Uno sguardo al 2018 ed un sorriso al 2019
2Shares

2018- di Claudia Izzo-

Un anno intenso, come tanti, pieno di eventi, come è giusto che sia…

Un 2018 con il nuovo governo gialloverde guidato da 5 Stelle e Lega, con Conte Premier, un anno con i francesi campioni del mondo ai Mondiali di Calcio, con 45 morti pianti a Genova per il crollo del Ponte Morandi dove sono stati inghiottiti uomini e veicoli. Un anno di protesta con i gilet gialli in marcia contro il governo Macron. L’Italia ha pianto i  morti della discoteca di Corinaldo, vicino Ancona, dove 5 ragazzi ed una donna sono morti a causa della calca scatenata da uno spray al peperoncino spruzzato in  attesa del concerto di Sfera Ebbasta, rapper dai testi fin troppo espliciti ed opinabilissimi.

Un anno doloroso per questo Natale di sangue a Strasburgo dove un ragazzo della nostra meglio gioventù , Antonio Megalizzi, 28 anni e tanta passione per il giornalismo, la radio e l’Europa, muore a causa dell’abile mira di un suo coetaneo appartenente all’estremismo islamico. Il tanto agognato tesserino da giornalista giunge così nelle mani della madre addolorata.

E’ l’anno della morte di Dolores O’ Riordan, leader dei Cranberries, trovata morta nella vasca da bagno di un hotel londinese.  Al 68esimo Festival di Sanremo vincono Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”, inneggiando alla vita che continua al di là del terrore seminato dall’ ISIS nel mondo. Addio a Fabrizio Frizzi, il volto televisivo ricco di grazia e bontà, al grande regista  Ermanno Olmi, al dj svedese Avicii suicidatosi a 28 anni tagliandosi i polsi. Intanto fiori d’arancio per le nozze di Meghan Markle con il principe Hanry: quando l’amore si corona in chiesa nonostante il precedente divorzio di lei, ma i reali inglesi, si sa, per amore, son disposti persino a perdere la corona.

E’ in questo 2018 che muore il regista Carlo Vanzina, il mitico Charles Aznavour, che sembrava davvero immortale, lui che ha saputo cantare l’amore in sette lingue ed ha venduto oltre 300 milioni di dischi. Anche la fantasia ha pianto i suoi morti, come Stan Lee, il padre di Superman. E con la sua morte ha continuato a sconvolgere, come il suo “Ultimo tango a Parigi”,  Bernardo Bertolucci.

Intanto tanta pubblicità su ogni tipo di media per il matrimonio di una influencer ed un rapper: Chiara Ferragni e Fedez dal kitsch al successo assoluto con il loro piccolo Leone, affollando di foto il web con ogni secondo della loro esistenza.

Il 2018 ci ha portato via la poliedrica e scandalosa Marina Ripa di Meana, Sergio Marchionne, l’astrofisico Stephen Hawking che ha lottato contro tutto, fino alla fine.

Un nuovo anno da raccontare inizia.

Auguri a tutti i colleghi, perchè raccontare tutto ciò che avviene, che cambia, che ci sconvolge o ci riempie di gioia, ciò che va cambiato, ciò in cui si spera, resta, a mio avviso, sempre il mestiere più bello del mondo.

In alto i calici…

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply