UNISA: Nasce “Piazza dei Giovani” tra le note di Onorato e Amoruso

maggio 11, 2017 0 Comments Cronaca , Università 624 Views
UNISA: Nasce “Piazza dei Giovani” tra le note di Onorato e Amoruso
0Shares

Entusiasmo al Campus salernitano-

Grande fermento ieri, al Campus di Fisciano : taglio del nastro per la   “Piazza dei Giovani” dell’Università di Salerno.

Nasce così un nuovo spazio di aggregazione giovanile, di crescita, di confronto, ubicato in prossimità delle residenze universitarie di Penta.  Si tratta di  un’area di circa 2300 mq,  con un’area palco permanente e, per essere fruibile anche nel periodo invernale, dispone di una copertura mobile telescopica, strutture realizzate in alluminio a taglio termico e in legno lamellare. La Piazza  ospiterà le manifestazioni culturali promosse dagli studenti dell’Ateneo e dal territorio. 

Presenti ed entusiasti del progetto: il Rettore Aurelio Tommasetti con le autorità civili e religiose. Ad animare e ad aprire ufficialmente al pubblico la Piazza è stata la performance musicale dei maestri Antonio Onorato e Joe Amoruso. I due musicisti hanno scelto di accompagnare l’ouverture suonando in duo, utilizzando chitarre, piano e sintetizzatori. Un viaggio trasversale attraverso vari generi musicali, dal jazz al rock, dal folk alla worldmusic che parte sempre dal Mediterraneo.

“Abbiamo sempre puntato sul miglioramento della qualità di vita nei nostri due campus” ha affermato il Magnifico Rettore. “Piazza dei Giovani rappresenta lo spazio dedicato a loro, al nostro patrimonio più grande: gli studenti. Un luogo di aggregazione e di espressività, dove trascorrere momenti culturali in totale armonia e sicurezza. La presentazione di questa Piazza si inserisce bene nel piano di interventi di “CostruendoUNISA”, pensati e dedicati ai nostri giovani: tra questi la decisione di tenere aperto il campus nel weekend, con la predisposizione di aule studio h24; quella di tenere aperta anche di sera la mensa universitaria e di rendere sempre più fruibili le infrastrutture sportive. Una serie di interventi, che uniti a quelli che abbiamo in programma, mi auguro possano migliorare e rendere sempre più piacevole il tempo trascorso dai nostri giovani negli spazi universitari”.

Claudia Izzo

 

 

 

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply