Truffava, in camice, al San Leonardo.

marzo 14, 2017 0 Comments Cronaca 283 Views
Truffava, in camice, al San Leonardo.
0Shares

 

Si recava in ospedale, indossava il camice per sembrare un'” addetta ai lavori” e cercava di estorcere denaro ai degenti ed ai loro familiari, facendo perno sulla  loro generosità, compilando ricevute vaghe, di difficile comprensione,  riportanti il timbro di un’ associazione onlus e per questo è stata denunciata per truffa.

E’ questa la storia di una donna che si aggirava con un camice bianco da infermiera nelle camere di degenza, presso la Torre Cardiologica dell’Ospedale San Leonardo, a Salerno, chiedendo, senza alcuna autorizzazione, offerte di denaro per conto di un’associazione onlus. Segnalata dal drappello ospedaliero di Polizia, subito è scattato, nel pomeriggio di ieri, l’intervento del Personale della Polizia appartenente alla Sezione Volanti della Questura. Giunti sul posto gli agenti, con l’ausilio delle testimonianze di una guardia giurata, del personale infermieristico del reparto, nonché di alcuni cittadini che erano lì per far visita ai familiari degenti, è stata segnalata la donna che, frattanto, resasi conto di quanto stava avvenendo, si era svestita del camice da infermiera e stava tentando di allontanarsi dalla struttura ospedaliera.
La donna è stata identificata per R. R., 42enne di Mercato San Severino, non nuova a tale tipo di attività
 illecita e, sottoposta a perquisizione da personale femminile della Polizia di Stato, è stata trovata in possesso di monete per diverse decine di Euro.
Nella  sua borsa inoltre, i poliziotti hanno trovato e sequestrato: un camice bianco; un tesserino plastificato intestato ad una associazione onlus che opera a favore dei bambini con la sua  foto e dati anagrafici,  con qualifica di operatore psicologo
infantile e socio assistenziale; due blocchetti di ricevute generiche; un documento riportante l’atto costitutivo della suddetta associazione; un contratto di assunzione part time.

 Claudia Izzo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply