Salerno: in Piazza Vittorio Veneto onore ai Caduti per il 25 Aprile

aprile 25, 2016 0 Comments Cronaca 100 Views
0Shares

In piazza Vittorio Veneto alla presenza del sindaco ff Vincenzo Napoli, del Presidente della Provincia Giuseppe Canfora, dei rappresentanti delle associazioni partigiane e dei sindacati sono state deposte, stamane, corone di alloro al Monumento dei Caduti ed alla Lapide del partigiano Ugo Stanzione.

Per la 71esima Festa della Liberazione la celebrazione del cappellano militare è stato un modo per ricordare i tanti morti che hanno ridato, con il loro coraggio, libertà all’Italia, in una Salerno che ha ospitato il primo Governo dell’Italia Liberata.

Sono sei le “Medaglie della Liberazione” conferite nell’ambito della manifestazione, dal Ministero della Difesa a : Raffaele Mele, Nicola Gnazzo, Ciro Abbagnale, Antonio Iacuzio, deportato nel 1943 in Germania, ed alla Memoria di Antonio Coppola di Scafati, catturato e deportato in Germania e di Carmine Perruso di Campagna, riuscito a sfuggire ai Tedeschi.
A tutti costoro le medaglie sono state conferite “per aver rischiato la vita per i princìpi di Libertà e di Indipendenza”.

Al centro della piazza Vittorio Veneto, comunemente detta “della Ferrovia” si trova infatti il Monumento ai Caduti in provincia di Salerno durante la Grande Guerra.
Sul basamento e sui gradini s’innalza un blocco di pietra ai cui lati vi sono due figure maschili e bassorilievi realizzati nel marmo bianco del basamento.
Inizialmente sulla parte alta del blocco di pietra venne posta la statua bronzea della Vittoria Alata, rappresentazione di una donna nell’atto di brandire una spada ricurva.
La statua fu inaugurata nel 1923, alla presenza di Re Vittorio Emanuele III ma fu fusa nel 1935, per ordine di Mussolini, per utilizzarne il bronzo per la fabbricazione di munizioni.

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply