Il Presidente Nazionale Agrocepi Corrado Martinangelo sull’emergenza maltempo

novembre 5, 2018 0 Comments Cronaca 127 Views
Il Presidente Nazionale Agrocepi Corrado Martinangelo sull’emergenza maltempo
9Shares
Il Presidente Nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo, è intervenuto in merito alla gravissima situazione relativa il maltempo che sta colpendo diverse regioni dell’Italia in modo particolare la Sicilia, il Veneto, la Liguria e anche la Calabria.
“Sono trenta le vittime registrate soltanto nell’ultima settimana” dice Martinangelo e prosegue “Bufere di vento, grandine, mareggiate, piogge torrenziali e fiumi esondati, hanno messo in ginocchio gran parte dello stivale, ora alle prese con la conta dei danni: solo in Veneto servirà almeno 1 miliardo di euro per ripristinare le strade e i boschi distrutti.”
Danni ingenti anche per il comparto agricolo in tutta Italia, per tale ragione il Presidente Martinangelo, insieme alla Giunta nazionale Agrocepi, ritengono  che, di fronte ai cambiamenti climatici, sia necessario agire con nuove politiche per difendere il territorio e l’ agricoltura.
“In primo luogo bisogna prendere coscienza della gravità della situazione, in particolare in Veneto e in Sicilia, che richiederebbe l’ attivazione del Fondo straordinario europeo per sisma e fatti eccezionali”; secondariamente, prosegue il Presidente Martinangelo,  và elaborata una norma che preveda lo scioglimento di Consigli comunali, provinciali e Regionali qualora si accerti,  da autorità indipendente, l’incuria di tali enti in materia di prevenzione e dissesto idrogeologico. Stessa regola dovrebbe valere anche per le  Autorità  ed i  Consorzi di bacino ed Enti vari preposti alla tutela del comparto.
Inoltre, sottolineano i vertici della Giunta nazionale Agrocepi, è necessario potenziare le risorse per opere in difesa dei territori e l’utilizzo di fondi mutualistici in agricoltura per salvaguardare il reddito delle imprese.

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply