Anche un giovanissimo medico salernitano nella Startup DokAcademy

novembre 28, 2018 0 Comments Attualità , Cronaca , Dal mondo , Salerno , Salute 156 Views
Anche un giovanissimo medico salernitano nella Startup DokAcademy
2Shares

La passione e la concretezza di tre giovanissimi medici – di Claudia Izzo- Metti tre amici, la passione per la Medicina e la voglia di creare qualcosa di interessante dopo anni di studio: da tutto ciò è nata una startup, DokAcademy.

Incontro uno dei fondatori  della neonata startup, Adalberto Simeone, salernitano, che ha da poco concluso il suo percorso accademico a Timisoara, in Romania, laureandosi in  Medicina e Chirurgia, con un percorso accademico in lingua Inglese.

Dr Simeone, come nasce questo progetto?

“Siamo prima di tutto tre amici, appassionati della chirurgia:Emanuele Prestifilippo di Catania,  neolaureato in Medicina in Inglese all’Università di Arad, Gabriele Di Filippo, di Sorrento, attualmente al 6° anno alla Federico II e interno nel reparto di Chirurgia Generale ed io. Veniamo tutti e tre dallo stesso background, ci siamo sempre interessati alla chirurgia e, soprattutto, siamo sempre stati coinvolti prima come studenti e poi come Trainer, per i corsi di suture chirurgiche nelle nostre rispettive Università. Siamo partiti da una nostra personale necessità, che è poi quella di ogni studente di Medicina, Odontoiatria o Scienze Infermieristiche, di imparare a suturare una ferita. Oggi come oggi nelle università europee si usano dei supporti animali, tipo maiale o pollo, quando si è fortunati, altrimenti banane o spugne da cucina. Per noi era impensabile che nel XXI secolo un futuro medico che avrà in mano la vita dei suoi pazienti, possa far pratica su una spugnetta da cucina. Per questo circa tre anni fa, dopo tante prove, abbiamo ideato il nostro primo supporto per  le suture, una vera e propria cute sintetica, che permette di avere finalmente il giusto feedback che uno studente ha bisogno di imparare. Questo dispositivo per il training chirurgico di base, che crediamo fortemente possa andare a colmare una lacuna presente in moltissime università europee, quella della pratica in ambito medico chirurgico.”

 -Cosa avete riscontrato, Lei ed i suoi soci, presentando la vostra idea?

Dopo aver organizzato, in questi anni, corsi di sutura alla “Federico II”, alla “Sapienza” e alla “Aldo Moro” di Bari, ci siamo resi conto però che purtroppo, pur sforzandoci, la proporzione trainer-studente era sempre troppo alta. Ed è così che abbiamo creato DOKit+, un device che usa la realtà aumentata (che è diversa dalla realtà virtuale), del tutto innovativa nell’ambito della formazione medico chirurgica. Il DOKit+ è sostanzialmente un corso e un kit di sutura allo stesso tempo. Sarà composto infatti da un visore pratico e leggero (per la realtà aumentata) tramite cui compariranno nel proprio campo visivo e istruzioni step by step, un applicazione per lo smartphone (iOS e Android), la nostra cute sintetica brevettata e prodotta da noi, strumenti e fili chirurgici. Insomma un dispositivo per imparare le suture e gli annodamenti chirurgici dove e quando si vuole, in completa autonomia.Il nostro obiettivo, infatti, fin dall’inizio, è quello di dare la possibilità agli studenti di accedere a questo tipo di tecnologia in modo da poter imparare ed esercitarsi in questo settore, avendo finalmente un approccio 1 ad 1, senza dover sborsare cifre proibitive.”

-Quindi stiamo parlando di un progetto diventato realtà, che avete già proposto?

“Il DOKit+ esiste e non è un progetto su carta, l’bbiamo presentato e l’abbiamo fatto  provare al Policlinico Umberto I a Roma, alla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Salerno, agli studenti della facoltà di Odontoiatria dell’Università della Campania, all’Ordine dei Medici di Caserta e presto al Policlinico San Martino di Genova. “

-Prossimo passo?

“Lo lanceremo su Indiegogo, una piattaforma di crowdfounding, il 10 Dicembre, con l’obiettivo di ricevere i fondi necessari per cominciarlo a produrlo e commercializzarlo. Per chi vorrà sostenerci,  ci sarà la possibilità di acquistare il DOKit+ ad un prezzo scontato di più del 50%, solo su Indiegogo.com e solo per un numero di pezzi limitati.”

 

 

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply