Addio ad Alan Rickman. Muore a 69 anni l’attore “dal multiforme ingegno”.

gennaio 18, 2016 0 Comments Celebrities 63 Views

Coincidenza? Terribile …Il 14 gennaio 2016 è morto all’età di 69 anni Alan Rickman, Talento strepitoso! La Gran Bretagna ha perso in pochissimo tempo due dei suoi figli più famosi David ed Alan, entrambi di  “multiforme ingegno” ma diversi tra loro in maniera incommensurabile. Acting touces nerves you have absolutely no control over ( agendo tocchi nervi su cui non  hai nessun controllo )… Dietro la sua brillante indifferenza e noncurante eleganza, dietro quella faccia triste che si illuminava all’improvviso per una allegra risata, in effetti,  si celava un’anima super-attiva, sempre alla continua ricerca di qualcosa che potesse esprimere tutta la sua grande generosità. Strano come sia più facile parlare di persone che hanno vissuto “sopra le righe”, al di fuori di qualsiasi schema e regole morali e non trovare abbastanza parole per descrivere chi invece ha condotto una vita very quite. Non dovrebbe essere così, si dovrebbe imparare ad esaltare l’uomo con pochi difetti e tante qualità … proprio come Alan!

Alan Sidney Patrick Rickman, è stato un grande attore e regista britannico, vincitore di un Golden Globe e di un Emmy Aword. Egli ha dato tanto al mondo del teatro e del cinema, non solo dal punto di vista artistico, notevolissimo, ma soprattutto da quello umano. Tutti hanno pianto la sua morte, non quella dell’indimenticabile Severus Piton della saga di Harry Potter o del fascinoso Colonel Brandon di Ragione e Sentimento- due dei suoi più grandi successi- ma di Alan , un essere umano raro ed unico. Di lui dicevano i suoi amici: “Se hai bisogno di Alan, non importa dove tu sia e cosa lui stia facendo, sarà da te in un batter d’occhio”.

Nella vita, nell’arte e nella politica ha dato davvero tanto. Ha iniziato la sua vita artistica come grafico pubblicitario, dopo aver frequentato il prestigioso Royal College of Art e fonda una società di design a Soho. L’amore per la recitazione lo spinge poi verso il teatro e si iscrive alla Royal Accademy of Dramatic Art dove fu addirittura insignito dei premi più prestigiosi per gli attori shakespeariani. In seguito la sua carriera continua nel modo più brillante sia a teatro che a cinema …E’ molto lunga la lista dei personaggi da lui interpretati, perché, grazie al suo profondo sense of humor , sapeva renderli indimenticabili. Era il tipico attore britannico dalla formazione teatrale, troppo carismatico, troppo calamitante e provocatorio per essere attore di film commerciali.

Con l’eleganza dei gesti, l’espressione altera, ha avuto la grandissima capacità di mettere in scena personaggi sempre diversi in quel suo modo sempre uguale a se stesso. Il suo minimalismo è paradossalmente vicino all’espressivismo teatrale. Egli aveva la capacità di spiegare al pubblico un personaggio, senza grandi gesti ma in maniera raffinata e calma. Agile ed imponente insieme, seducente e ambiguo nello sguardo languido e nel sorriso arguto, se ne è andato con quella sobrietà che lo ha contraddistinto e come ha detto J.K. Rowling : “è stato un attore magnifico ed un uomo meraviglioso, noi abbiamo perso un talento strepitoso, i suoi cari una parte del loro cuore.” Sì, perché oltre ad una carriera per la quale il mondo rimarrà sempre in debito, Alan Rickman si è costantemente prodigato nell’aiutare gli altri. Ha messo la filantropia liberale al centro della sua vita, coadiuvato da Rima Horton, sua moglie, sua inseparabile compagna per cinquant’ anni.

Egli è stato l’uomo di una sola donna di un solo grande amore ! Chapeau !

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply